Associazione Alessandro Moreschi

Note sull’Associazione

Note sull’Associazione

L’Associazione “Alessandro Moreschi” e il Coro Polifonico omonimo sono stati fondati a Monte Compatri nel 2001 con l’intento di promuovere e diffondere la conoscenza della cultura musicale, sia attraverso la sua pratica che attraverso l’organizzazione di concerti e manifestazioni artistiche e musicali. Con questa attività cerchiamo di dare un contributo per tenere viva la tradizione della polifonia vocale testimoniandola in Italia e all’estero attraverso scambi culturali.
Il Coro “Alessandro Moreschi” è formato da circa 50 appassionati cantori che si riuniscono per il piacere di far musica, tutta la musica, senza nessuna preclusione di stili o di periodi storici.
A partire dalla data di fondazione fino al mese di aprile 2006 il Coro è stato diretto da Alessandro Borghi. In questo periodo, il repertorio del Coro è stato orientato ai brani di musica corale del XII – XVI secolo e ai brani di musica popolare laziale, che trovano la loro origine nei canti di lavoro agricolo e pastorale, e nei canti devozionali. Si tratta di musiche che appartengono alla nostra tradizione e che sarebbero probabilmente condannate ad un crescente oblio.
Dal settembre 2006 il Coro è diretto da Alessandro Vicari. Il repertorio attuale si basa su brani di musica corale polifonica del XIV – XVIII secolo.
Nell’aprile 2006 l’Associazione si è fatta promotrice e organizzatrice del “Festival Moreschi” intitolato ad Alessandro Moreschi, cittadino di Monte Compatri, ultimo cantore castrato del Coro della Cappella Sistina. Da allora, ogni anno viene organizzata una nuova edizione del “Festival Moreschi. In coro per l’Angelo di Roma”.

Condividi

0 Commenti

Non ci sono commenti

Non ci sono commenti, vuoi farlo tu?

Scrivi un commento

Scrivi un commento

Ciao. Il tuo commento sarà messo in linea tra breve.

Alcune foto di Alessandro Moreschi

MORESCHI-11 MORESCHI-12 MORESCHI-14 MORESCHI-15 MORESCHI-3 MORESCHI-5 MORESCHI-6 MORESCHI-7 MORESCHI-9

La voce di Alessandro Moreschi

Nella storia della musica la figura stupefacente di Moreschi è legata a un particolare molto importante: è l’unico castrato la cui voce sia stata in parte immortalata dalla neonata tecnologia dei primi anni del XX secolo che lo scelse, insieme ad altri straordinari personaggi quali Enrico Caruso e papa Leone XIII, a lasciare un suo indelebile ricordo attraverso le incisioni.
Per gentile concessione della House Publishing - London e di Nicholas Clapton

Alcune foto

foto-alessandro-vicari foto-coro-maggio-2007 Alessandro-Vicari 0-b5 7_p1 IMG_2941 SSilvestro-1968-01 foto coro vicari-di lato foto coro

Coro Moreschi – 10 anni di storia